Breaking news. Tutte le nomination dei Premi Ubu 2023

Sono state annunciate pochi minuti fa, nel corso della trasmissione di Rai RadioTre, Teatri in prova, le nomination che da questo momento compongono l’elenco dei candidati ai Premi Ubu 2023.

Promosso dall’Associazione Ubu per Franco Quadri, il referendum sullo spettacolo dal vivo in Italia continua a svolgersi, anche dopo la scomparsa del suo ideatore. E tocca quest’anno quota 45.

Premi Ubu 2023

Poco fa, Laura Palmieri, conduttrice da studio, e Sergio Lo Gatto, Sara Chiappori, Leonardo Mello, hanno elencato tutti i nomi e tutti i titoli che formano ora la short list dei finalisti: le rose di tre candidati per ciascuna categoria.

Grazie ai voti di 69 referendari – giornalisti, critici, studiosi, operatori esperti di spettacolo contemporaneo – ogni anno i premi Ubu segnalano quanto di più significativo ha prodotto la scena italiana nei 12 mesi appena trascorsi.

L’attesa

È una storia gloriosa, questa degli Ubu, inventati da Franco Quadri nel 1978, in occasione della prima pubblicazione del Patalogo, l’annuario del teatro italiano edito da Ubulibri. Una storia che si snoda da oramai 44 edizioni, attese sempre con impazienza da artisti, compagnie, teatri, produttori, organizzatori, e anche dal pubblico.

Premi Ubu - la storia

Saranno adesso i 69 referendari degli Ubu 2023, a votare via mail una seconda volta e, fatte le somme, a indicare per ciascuna delle 16 categorie, il vincitore o la vincitrice. 

Premi Ubu 2023 - i referendari

Come già era accaduto lo scorso anno, la serata finale si svolgerà lunedì 18 dicembre 2023 a Bologna, nella sala principale dell’Arena del Sole. Seguita da un collegamento diretto Rai.

Premi Ubu 2023 - la finale

Di seguito, tutti gli artisti, le compagnie, gli spettacoli e i progetti promossi alla fase numero due. Appuntamento a dicembre a Bologna.

Le nomination Ubu 2023

SPETTACOLO DI TEATRO
Anatomia di un sucidio – Lisa Ferlazzo Natoli e Alessandro Ferroni
Hybris –  Antonio Rezza e Flavia Mastrella
Natale in casa cupiello, cum figuris – Vicenzo Ambrosino, Luca Saccoia e Lello Serao

SPETTACOLO DI DANZA
Dream – Alessandro Sciarroni
Femina – Michele Abbondanza e Antonella Bertoni
Gli anni – Marco D’Agostin

REGIA
Arturo Cirillo per Cyrano de Bergerac
Lisa Ferlazzo Natoli e Alessandro Ferroni per Anatomia di un suicidio e Il ministero della solitudine
Leonardo Lidi per Zio Vanja – Progetto Cechov 2a tappa

ATTRICE/PERFORMER
Marta Ciappina
Antonella Morea 
Monica Piseddu

ATTORE/PERFORMER
Renato Carpentieri 
Francesco Pennacchia 
Mario Perrotta
Francesco Villano

ATTRICE/PERFORMER UNDER 35
Federica Carruba Toscano
Arianna Pozzoli 
Petra Valentini

ATTORE/PERFORMER UNDER 35
Alessandro Bandini
Alfonso De Vreese
Alberto Boubakar Malanchino 

SCENOGRAFIA
Tiziano Fario per Natale in casa Cupiello, cum figuris
Margherita Palli per Romeo e Giulietta
Marco Rossi per Anatomia di un suicidio
Rosita Vallefuoco per Felicissima Journata

COSTUMI
Emanuela Dall’Aglio per Edipo
Federica Del Gaudio per Natale in casa Cupiello, cum figuris
Dolce & Gabbana per Maria Stuarda
Gianluca Falaschi per Cyrano de Bergerac

DISEGNO LUCI
Cesare Accetta per La Cupa
Maria Elena Fusacchia per Tre sorelle
Pasquale Mari per Romeo e Giulietta

PROGETTO SONORO/MUSICHE ORIGINALI
GUP Alcaro per Lazarus 
Riccardo Fazi e Lorenzo Tomio per Tre sorelle
Franco Visioli e Alessandro Levrero per Cirano deve morire

NUOVO TESTO ITALIANO/SCRITTURA DRAMMATURGICA
Fratellina di Spiro Scimone
Il ministero della solitudine, drammaturgia collettiva per La casa d’argilla
Via del Popolo di Saverio La Ruina

NUOVO TESTO STRANIERO/SCRITTURA DRAMMATURGICA
Anatomia di un sucidio di Alice Birch
Entertainment di Ivan Vyrypaev 

SPETTACOLO STRANIERO PRESENTATO IN ITALIA
Caridad – Angélica Liddell
Faith, Hope, Charity – Alexander Zeldin
Het Land Nod – FC Bergman

PREMI SPECIALI
AMATI, Archivio Multimediale degli Attori Italiani a cura di Siro Ferrone e Francesca Simoncini
Valentina Valentini e Viviana Raciti per l’attività editoriale sul teatro di Franco Scaldati
Kepler-452 per l’attività di ricerca sul campo alla GKN e il lavoro di allestimento di Il Capitale
Is Mascareddas, nel 40simo anniversario del percorso di ricerca sul teatro di figura
La bottega dello sguardo, centro di documentazione realizzato da Renata Molinari
Archivio Zeta, per Vent’anni di teatro al cimitero militare germanico del passo della Futa 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.