Premi Ubu 2023. Chi vince? E chi perde. La diretta

Dalla poltrona numero 20, fila E, della sala Leo De Berardinis all’Arena del Sole di BolognaQuanteScene! seguirà per voi, tra pochi minuti, la proclamazione e la consegna dei Premi Ubu 2023. Sarà una lunga serata, c’è da scommettere.

Potete seguire il blog (anche da Facebook) con tutti gli aggiornamenti in tempo reale.

Padre Ubu consegna i Premi Ubu
Padre Ubu in persona consegna l’ambito riconoscimento ai vincitori Ubu 2023

– – – – – – – – – –
20:50

Come molti di voi già sanno, il referendum Ubu è promosso dall’Associazione Ubu per Franco Quadri, e continua a svolgersi, anche dopo la scomparsa del suo ideatore. Quest’anno sono 45 edizioni.

I voti dei referendari, ovvero giornalisti, critici, studiosi, operatori esperti di spettacolo contemporaneo – quest’anno sono stati in tutto 69 – contribuiscono a segnalare quanto di più significativo ha prodotto la scena italiana nei 12 mesi appena trascorsi. 

In due tornate, con ballottaggio finale, per ciascuna delle 16 categorie e per i 3 premi speciali, vengono individuati i vincitori, che saranno poi premiati a dicembre, come succede ora per questa serata Ubu 2023.

manifesto Premi Ubu 2023

La serata

– – – – – – – – –
20:58

Bene, finalmente sto comodo. Comodissimo. Per modo di dire. Ho il portatile appoggiato sulle ginocchia e spero che la batteria regga fino alla fine della serata. Quelli della Apple mi hanno detto fìdati, te ne abbiamo messo una nuova di pacca. Di continuo devo cambiare gli occhiali per guardare il palco prima, e guardare poi il display. La vita dei cronisti è sempre stata dura. Stare sul pezzo, resterebbe comunque l’imperativo. O l’aperitivo.

Poco distante da me c’è il collega e amico Renzo Francabandera. Anche lui sta facendo la diretta dagli Ubu 2023 per PAC- Paneacquaculture, dove mette in fila, una dopo l’altra, le immagini della serata. Se cercate una bella stereofonia visiva, potete seguire anche lui, in parallelo. Il link è questo.

Infine, se siete davvero incontentabili, vi dirò che potete pure seguire una diretta video trasmessa sui canali dell’Associazione Ubu Per Franco Quadri. Ecco il link su YouTube, e quello su Facebook.

Anche Rai Radio3 si collegherà in diretta più tardi, verso le 22.45, per le fasi finali della serata, con gli interventi di Laura Palmieri, dentro al programma 𝐼𝑙 𝑡𝑒𝑎𝑡𝑟𝑜 𝑑𝑖 𝑅𝑎𝑑𝑖𝑜3 / 𝑇𝑒𝑎𝑡𝑟𝑖 𝑖𝑛 𝑝𝑟𝑜𝑣𝑎. 

Insomma: dovete proprio essere dei gran menefreghisti, se non approfittate di tutto sto bendiddio mediatico.

– – – – – – – – –
21:02

La serata ha preso il via. Sul palco è apparso Graziano Graziani, che la condurrà. Accanto a lui Elena Di Gioia, delegata alla Cultura del comune di Bologna e Città Metropolitana.

Si aggiunge loro adesso Gioia Salvatori, l’attrice che avrà il compito, con Graziani, di presentare via via i vincitori. È una tradizione del Premio, questa della valletta sui generis. Salvatori sta cimentandosi ora in un monologo ironico. Parecchio urlato. Però qualcuno ride.

La parola, anzi i suoni, passano ora a Mirco Mariani e al suo gruppo Gli Extraliscio, saranno colonna musicale portante dell’intera serata.

– – – – – – – – –
21:17

Siamo già nel vivo della premiazione. Graziano Graziani chiederà a ciascuno dei premiati di pensare a una parola che rappresenti un augurio, un talismano, un desiderio per l’anno che viene. Si comincia con i cosiddetti premi tecnici:

SCENOGRAFIA
Margherita Palli per Romeo e Giulietta

E’ la settima volta che la scenografa di Ronconi, ma in questo caso di Mario Martone, ottiene un Ubu. La sua parola, per il 2024 è GIOCARE. Ritira il premio Alberto Benedetto, direttore di produzione del Piccolo Teatro di Milano. Palli appare in video.

COSTUMI
Federica Del Gaudio per Natale in casa Cupiello, cum figuris

Ha vestito i pupazzi di Tiziano Farlo per la più originale fra le edizioni del Natale eduardiano. spettacolo a mio avviso tra i migliori di questa annata, Per il 2024 Del Gaudioha scelto la parola COMUNITA’.

DISEGNO LUCI
Cesare Accetta per La Cupa

Maestro della luce Accetta ha illuminato il più intricato e oscuro spettacolo di Mimmo Borrelli. La sua parola è RITORNO ALLA RICERCA.

PROGETTO SONORO/MUSICHE ORIGINALI
GUP Alcaro per Lazarus 

In realtà sul palco sono in sei, l’universo sonoro del musical firmato da David Bowie e Enda Walsh e prodotto in Italia da ERT Emilia Romagna Fondazione. La parola che tutti insieme consegnano è SORPRESA.

Graziani ricorda l’eredità del Patalogo, l’annuario del teatro italiano confluito poi nell’enorme data base teatrale dei Premi Ubu, fondamentale lavoro di storiografia del contemporaneo. Vi si dedica il team bolognese di Altre Velocità.

– – – – – – – – –
21:39

Su un tavolo, a lato del palcoscenico mandano bagliori scenografici una decina di coppe Ubu. Che tra un po’ finiranno nelle mani di:

ATTORE/PERFORMER UNDER 35
Alberto Boubakar Malanchino 

Dedica il suo premio a tutta la seconda generazione, i figli nati in Italia dagli immigrati di tanti paesi. A loro, soprattutto ai giovani attrici e attori, che si stanno facendo sotto, va l’incoraggiamento di uno che ce l’ha fatta, anche grazie al suo forte spettacolo Sia. La parola scelta dal giovane premiato è PERSONA, “come l’album di Marrakesh” specifica.

ATTRICE/PERFORMER UNDER 35
Petra Valentini

La sua parola è PASTAMADRE, “perché serve tempo per fare il teatro, e per farlo bene. E’ un elemento vivo, il lievito, e se ne deve avere cura e dedizione“. Lei legge alcune pagine da L’evento di Annie Arnaux, lui una poesia di Nazim Hikmet.

– – – – – – – – –
21:45

Il breve intervento musicale di Mirco Mariani e del suo gruppo ci instrada ora verso i Premi Speciali, “un campo indefinito di progetti editoriali e di ricerca, e di parabole artistiche difficilmente inquadrabili nelle categorie tradizionali dei Premi“. Ne parlano Maddalena Giovannelli, Lorenzo Donati e Roberta Ferraresi. Non solo tre: sono ben sei premi perché si è verificato un triplice ex aequo.

PREMI SPECIALI 2023 ex aequo

AMATI, Archivio Multimediale degli Attori Italiani a cura di Siro Ferrone e Francesca Simoncini

Is Mascareddas, nel 40simo anniversario del percorso di ricerca sul teatro di figura

La bottega dello sguardo, centro di documentazione realizzato da Renata Molinari

Mi ritrovo ancora qui, per quanto pensassi di aver chiuso tutto ciò che avevo fatto in un cassetto: nel teatro invece si vivono molte vite” dice Renata Molinari, figura fondamentale nella redazione editoriale di molti decenni di Patalogo. Molinari ha scelto METAMORFOSI come parola-mantra.

Alle figure più iconiche della identità sarda, Is Mascaredas dedica invece il suo premio, con la parola DUBBIO. Mentre per Francesca Simoncini di AMATI, il termine più pertinente è DRIBBLING.

PREMI SPECIALI 2023

I restanti due Premi Speciali, vanno a:

Valentina Valentini e Viviana Raciti per l’attività editoriale sul teatro di Franco Scaldati
e a
Kepler-452 per l’attività di ricerca sul campo alla GKN e il lavoro di allestimento di Il Capitale

Un premio che va a un collettivo, di fabbrica, spiega Nicola Borghesi. Il quale ritrova il filo di più di trenta mesi di lotta e di presidio, nella fabbrica fiorentina della GNK. E si lancia nel finale in un crescendo improvvisato .”Viva Marx. Viva il collettivo di fabbrica GKN. Viva il teatro“.

– – – – – – – – –
22:07

NUOVO TESTO STRANIERO / SCRITTURA DRAMMATURGICA
Anatomia di un sucidio di Alice Birch

Ritira il premio, su indicazione dell’autrice, la traduttrice Margherita Mauro, un riconoscimento che anche alla categoria – essenziale – dei traduttori teatrali. RAGGIANTE infatti è una parola presente nel testo della Birch.

NUOVO TESTO ITALIANO / SCRITTURA DRAMMATURGICA
Via del Popolo di Saverio La Ruina

Teatro del plurilinguismo, lo definisce Graziani. Dopo i doverosi ringraziamenti, La Ruina spiega come sia il stato padre, “come una foglia sull’albero” e oramai scomparso , la radice di questo lavoro dedicato alla sua città, Castrovillari.

– – – – – – – – –
22:18

Tocca adesso ad attori e attrici protagonisti.

ATTORE/PERFORMER
Francesco Villano

ATTRICE/PERFORMER
Marta Ciappina

Ciao fratello“. Si abbracciano la performer-coreografa e l’attore di La casa di argilla. BAGLIORE è la voce che Ciappina ha scelto per il 2024. “I vostri occhi profumano di futuro, quel futuro che piace a Marta“. Villano legge una pagina di Ágota Kristóf.

Una lettera di Campo Innocente, letta da Tania Garribb, firmata da oltre trecento artisti, chiede l’adesione del mondo dello spettacolo alla causa palestinese “contro l’invisibilizzazione del genocidio in corso“. Una lettera – dicono le attiviste che innalzano manifesti e cartelli – che al tempo stesso va contro antisemitismo e islamofobia.

– – – – – – – – –
22:38

SPETTACOLO STRANIERO PRESENTATO IN ITALIA
Caridad – Angélica Liddell

Non lavoro con attori, lavoro con persone, Caridad è stato un lavoro molto difficile in tempi così puritani“, sono parole della regista catalana che quasi a sorpresa sale in palcoscenico e si rivolge al pubblico.

REGIA
Lisa Ferlazzo Natoli e Alessandro Ferroni per Anatomia di un suicidio e Il ministero della solitudine

Dicono: “ZIGZAG è una linea che procede spezzandosi, una forma e un procedere con precisi movimenti. All’origine del mondo non c’è il Big Bang, ma uno zigzag“. Questo il ragionamento dei due creatori.

– – – – – – – – –
22:45

Comincia la diretta radiofonica su Rai Radio3, il microfono ora nelle mani di Laura Palmieri, ma si parte con musica di Mirco Mariani e degli Extraliscio. “Voglio vederti danzare“. Battiato vince su tutti, sempre. Fa impressione che venga dopo il proclama di appoggio alla causa palestinese, Fatto sta che metà platea è in piedi, e, mentre si danza, gira tutta stanza. La sala, anzi.

È ora il momento del

PREMIO ALLA CARRIERA
Danio Manfredini

Doloroso, fragoroso e ironico, tutto assieme, è il monologo che Manfredini interpreta, ripreso da Minetti, ritratto dell’artista da vecchio, il più bel testo, probabilmente, di Thomas Bernhard.

Ognuno porta la sua croce, io porto la mia. Ma non mi sembra la più pesante, visto ciò che succede nel mondo”. La dedica di Mafredini va a Vincenzo Del Prete, “la persona che da decenni mi ascolta nel mio processo creativo”. La parola che lui sceglie per il teatro del 2024 è ATTORE, composta dalle stesse lettere di TEATRO. “Ma sono solo loro, gli attori, quelli che mettono i piedi sul palcoscenico, ed è solo grazie a loro che il gioco si compie, gioco che ha a che fare con la coscienza dell’umano”.

– – – – – – – – –
23:08

SPETTACOLO DI DANZA
Gli anni – Marco D’Agostin

Chissà se è davvero benaugurante la sua parola: ASTEROIDE. Il rischio che precipiti sulla terra è un segno nefasto, ma qualchecosa, finalmente potrebbe cambiare. Magari in meglio.

SPETTACOLO DI TEATRO
Anatomia di un sucidio – Lisa Ferlazzo Natoli e Alessandro Ferroni

È un imponente semicerchio quello formato ora sul palcoscenico dell’Arena del Sole dai creatori di questo spettacolo e dagli altri premiati. La parola talismano, che insieme ci consegnano, è ALLEANZA, “patto, risonanza desiderio comune, tutto ciò che ci lega assieme”.

Anatomia di un suicidio l’abbiamo fatta tutti noi, compresa quella cosa che si chiama regia” dichiara Lisa Ferlazzo Natoli. “Una straordinaria creatività collettiva, un capocomicato del ventunesimo secolo“, lo definisce Graziani.

– – – – – – – – –
23:25

Si aggiunge ora a quelli tradizionalmente assegnati dagli Ubu un altro premio.. Rossella Menna, referendaria e madrina, per questa sera, dell’ottavo Premio Franco Quadri lo annuncia così:

“Il vincitore è Eugenio Barba, maestro ottantasettenne e pioniere“.

– – – – – – – – –
23:32

Prolungato riassunto di nomi e titoli premiati, ad uso dei radioascoltatori. E una canzone patchwork per mettere insieme tutte le parole piovute durante la serata. La interpreta Sonia Salvatori.

– – – – – – – – –
23:53

Maddalena Giovannelli, Lorenzo Donati e Valter Malosti commentano i risultati di questa 45esima edizione. L’ultimo capitolo è fatto di musica. Mirco Mariani e gli Extraliscio chiudono quando è quasi mezzanotte una lunga e premiata serata. Per i nottambuli il bello comincia adesso. Buona notte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.